Imposta di Soggiorno

Ultima modifica 22 luglio 2021

Adempimenti strutture ricettive

Quanto si paga

L’Imposta è graduata e commisurata con riferimento alla tipologia delle strutture ricettive. Le misure dell’imposta sono stabilite con deliberazione G.C. n. 39 del 22.03.2012 nonché aggiornate con deliberazione G.C. n. 75 del 29.03.2019 per quanto attiene la tipologia delle locazioni brevi e degli agricampeggi e sono riassunte nella seguente tabella:

 

TIPOLOGIA DELLE STRUTTURE RICETTIVE

- -

HOTEL 5*

2,50

HOTEL 4*

2,00

HOTEL 3*

2,00

HOTEL 2*

1,00

HOTEL 1*

1,00

RTA

1,50

CAMPEGGI 1,2,3,4*

1,00

OSTELLI

0,50

CASE PER FERIE

0,50

AFFITTACAMERE PROFESSIONALI

1,00

AFFITTACAMERE NON PROFESSIONALI

0,50

CASE VACANZE

1,00

RESIDENZE D'EPOCA

1,00

RESIDENCE 2,3,4*

1,00

AGRITURISMO 1,2,3, 4, 5 girasoli

1,00

ALLOGGI PRIVATI DESTINATI ALLE LOCAZIONI BREVI

1,00

AGRICAMPEGGI

0,50

L’imposta non si applica oltre il 6° pernottamento consecutivo nell’anno solare, nella medesima struttura ricettiva.

L’imposta si applica fino ad un massimo di 8 pernottamenti complessivi nell’anno solare, nel caso di persone che, anche in modo non continuo, alloggiano per periodi prolungati di tempo contrattualmente prefissati purché documentabili ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000 e successive modificazioni.

Il procedimento

Il gestore della struttura o il soggetto che incassa il canone o il corrispettivo della locazione breve, ovvero che interviene nel pagamento dei predetti canoni o corrispettivi, è responsabile del pagamento dell’imposta di soggiorno con diritto di rivalsa sui soggetti passivi, della presentazione della dichiarazione, nonché degli ulteriori adempimenti previsti dalla legge e dal regolamento comunale approvato con deliberazione C.C n. 73 del 25.11.2020. (Clicca qui per scaricare il regolamento)

Per le locazioni brevi i soggetti passivi devono essere accreditati utilizzando i moduli di richiesta disponibili nella sezione moduli e documenti => tributi => imposta di soggiorno, anche cliccando qui.

L’applicativo  “Stay Tour” messo a disposizione dal Comune di Certaldo è  raggiungibile al seguente indirizzo: https://servizi-onlinecom.serversicuro.it/certaldo/raggiungibil

L’applicativo può essere utilizzato con due modalità alternative: “dichiarativa”, che consente una rendicontazione trimestrale dei pernottamenti oppure “manuale”, che consente la registrazione giornaliera dei check in e check out con la possibilità in quest’ultimo caso di generare automaticamente i flussi per gli adempimenti relativi a Questura ed Istat.

Si precisa che in nessun caso il caricamento delle presenze sul software fornito dal Comune sostituisce gli adempimenti riguardanti l’Istat e la Questura.

Il versamento al comune dell’imposta di soggiorno riscossa dalla struttura può avvenire utilizzando le seguenti modalità di pagamento:

  • bonifico bancario sul c.c. identificato dal seguente codice IBAN: IT 89 Q 01030 37810 000001903583 (l'IBAN del conto corrente di tesoreria - Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. intestato a Comune di Certaldo – Servizio Tesoreria, con indicazione della causale di versamento;
  • versamento su c. c. postale n. 30479505 intestato a Comune di Certaldo - Servizio Tesoreria, specificando la causale del versamento;
  • pagamento diretto presso gli sportelli della Tesoreria Comunale Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A – Via IV Novembre n. 4 – Certaldo, specificando all’operatore la causale del versamento
  • In ogni caso, con il versamento è necessario indicare i seguenti dati:
    • codice fiscale struttura ricettiva
    • descrizione causale e periodo di riferimento (es. Imposta di soggiorno – anno 2021 – 2° trimestre)

Tutta la documentazione relativa all’imposta di soggiorno deve essere conservata per 5 anni al fine di rendere possibili i controlli da parte del Comune.

Il gestore della struttura ricettiva e il soggetto che incassa o interviene nel pagamento del canone della locazione breve, deve richiedere il pagamento dell’imposta di soggiorno e rilasciare apposita quietanza, tramite le seguenti modalità alternative:

  1. registrazione del pagamento in fattura/ricevuta (indicando la seguente causale: “assolta imposta di soggiorno per euro….. fuori campo applicazione IVA”);
  2. utilizzo di bolletta prodotta dall’applicativo “Stay Tour” messo a disposizione dal Comune di Certaldo per la gestione dell’imposta.

Nel sito web  http://www.regione.toscana.it/-/comunicazione-locazioni-turistiche sono reperibili le informazioni e gli adempimenti riguardanti le locazioni turistiche della Regione Toscana.