Manomissione suolo pubblico

Ultima modifica 1 gennaio 2021

Per manomissione del suolo pubblico si intende qualsiasi alterazione apportata alla sede stradale, alle infrastrutture od agli impianti posti al di sotto di essa. Sono quindi manomissioni del suolo pubblico gli scavi stradali, la rimozione dell'asfalto, della pavimentazione o dei cordonati,  la sostituzione o rifacimento del piano stradale, il passaggio sotto la sede stradale di tubazioni, cunicoli, condotte o simili.

La manomissione comporta quindi anche un’occupazione temporanea per l’esecuzione dei lavori. Può comportare pure anche un’occupazione permanente qualora venga richiesta per la installazione in sottosuolo di condotte, pozzetti e/o similari, realizzazione di scannafossi ecc. In tali casi dovranno essere attivati i relativi sub-procedimenti dell’occupazione.

Il cittadino utente non può richiedere la manomissione del suolo pubblico per interventi di riparazione e/o nuovi interventi sui pubblici servizi:

  • idrico,
  • elettrico,
  • telefonico,
  • gas-metano
  • fognario

per i cui interventi ne va fatta apposita richiesta agli Enti gestori di tali servizi. L’amministazione Comunale rilascerà le autorizzazioni del caso solo ed esclusivamente a detti Enti gestori e non ai singoli utenti. 
La richiesta viene effettuata utilizzando l’apposito stampato che è possibile ritirare all’URP oppure prelevare dal sito internet del Comune di Certaldo.
I documenti da presentare sono:

  • domanda in bollo
  • una fotografia del luogo da manomettere/occupare
  • una planimetria con indicazione del luogo e con indicazione delle misure dell’area da manomettere, oltre a particolari costruttivi che facciano chiaramente  notare l’area pubblica oggetto di intervento.
  • pagamento dei diritti di sopralluogo

La domanda va presentata all’ufficio protocollo del Comune. Seguirà sopralluogo da parte dei tecnici comunali con verifiche anche da parte del Comando della Polizia Municipale ed espressione del parere tecnico con quantificazione della cauzione a garanzia da prestare. Il ritiro della autorizzazione all’Ufficio Tributi previo pagamento di una cauzione che sarà commisurata alla manomissione da eseguire.
I tempi del procedimento sono di circa 30 giorni.

I costi consistono in:

  • n. 2 marche da bollo (da € 16,00 ciascuna)
  • diritti di sopralluogo € 51,00
  • pagamento dell’occupazione temporanea e/o permanente (sentire Ufficio Tributi)
  • pagamento della cauzione (che sarà restituita a fine lavori previo accertamento della regolare esecuzione)