Certificati di Idoneità alloggiativa

Ultima modifica 1 gennaio 2021

L'attestazione di idoneità alloggiativa e dei requisiti igienico sanitari (DPR n. 334/2004, D.Lgs. 286/98 e Legge n. 94/2009) è un documento con il quale si dichiara l'idoneità di un alloggio ad ospitare un determinato numero di persone in rapporto ai vani di cui è composto, in base ai parametri minimi stabiliti dal D.M. Sanità 05/07/1975, nonché la rispondenza dello stesso ai requisiti igienico sanitari secondo i criteri del richiamato decreto del Ministero della Sanità del 05/07/1975.

Questa attestazione fa parte della documentazione richiesta dalla Prefettura ai cittadini non comunitari ai fini delle procedure di nulla osta alle domande di ricongiungimento familiare.

L'attestazione di idoneità alloggiativa viene rilasciata solo ed esclusivamente per alloggi di categoria catastale relativa ad abitazione da A1 ad A11, con esclusione della categoria A10, fatto salvo il caso in cui si tratti di unità immobiliare ad uso promiscuo abitazione/ufficio e comunque previo sopralluogo e valutazione da parte dell'ufficio competente.

Cittadino straniero

Il Certificato di Idoneità alloggiativa si rilascia al cittadino extracomunitario residente nel comune di Certaldo al fine di ottenere il nulla-osta per il ricongiungimento familiare, la carta di soggiorno, il contratto di soggiorno (lavoro). Si tratta di una valutazione tecnica in termini di superficie e di distribuzione, destinazione e dimensione dei vani, delle finestre e delle altezze dei locali componenti l’appartamento.
Per ottenere tale certificazione occorre presentare una domanda al Sindaco, redatta sul modulo appositamente predisposto, disponibile presso l'U.R.P. del Comune. (anche on-line)

Alla domanda deve essere allegata la seguente documentazione:
1) copia del contratto di locazione o compravendita registrati;
2) copia del documento d'identità del richiedente (se straniero presentare permesso di soggiorno e passaporto);
3) copia del documento di ospitalità e cessione del fabbricato (per il primo permesso) con allegato il documento d'identità della persona ospitante;
4) n. 2 marche da bollo (€ 16,00 cadauna);
5) copia della pianta dell'alloggio, consistente in uno dei tre sotto elencati elaborati:
--- a)planimetria catastale dell’appartamento;
oppure
--- b) estratto planimetrico dell’appartamento (debitamente firmato dal  proprietario);
oppure
--- c) pianta o rilievo dell’alloggio in scala 1:50 o 1:100, redatta da un Tecnico abilitato  (Geometra, Architetto, Ingegnere, Perito Edile, etc.) riportante la seguente dicitura:
”Rilievo di appartamento per civile abitazione, posto in via .................. nc. ...... Piano......., scala disegno 1.----“, timbrata e firmata in originale dal Tecnico, dove siano chiaramente riportate le destinazioni e le dimensioni dei singoli vani, delle finestre e delle altezze dei locali.

Nel caso di richiesta di idoneità alloggiativa per ricongiungimento familiare deve essere presentata oltre ai punti 1) 2) e 4):
6) dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà (Autocertificazione) da parte del proprietario dell’alloggio (vedi modulo predisposto, completo di fotocopia del documento d’identità del proprietario stesso) con allegato l’estratto planimetrico (debitamente quotato) del Titolo abilitativo relativo all’alloggio con l’indicazione degli estremi dell’Atto (Permesso di Costruire o Concessione Edilizia n° *** del ***, Denuncia Inizio Attività (D.I.A.) n° *** del  *** ecc.) copia dell'Attestazione o del Rilascio dell’Abitabilità o gli estremi di detta abitabilità;
oppure
dichiarazione redatta e sottoscritta in originale da Tecnico abilitato (Geometra,   Architetto, Ingegnere, Perito Edile, etc.) della conformità dell’alloggio ai requisiti igienico-sanitari previsti per legge, con allegato l’estratto planimetrico (debitamente quotato).

La domanda, debitamente compilata, dovrà essere presentata all'Ufficio Protocollo.
L’istruttoria verrà seguita dal Settore Servizi per il Territorio
Il certificato verrà rilasciato entro il termine di 30 gg. dalla presentazione della domanda
Per il ritiro del certificato occorre che il richiedente o persona da lui incaricata si presenti presso l’U.R.P. nei giorni di apertura al pubblico:
-dal Lunedì al Sabato dalle ore 9,00 alle ore 12,30
-Martedì e Giovedì dalle ore 15,30 alle ore 18,30

Normativa di riferimento

  • D. Lgs 286/1998 “Testo Unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell’immigrazione e norme sulla condizione dello straniero” modificato ed integrato dalla Legge 30 Luglio 2002 n. 189;
  • D.P.R. 31 Agosto 1999 n. 394 “Regolamento di attuazione del Testo Unico”, modificato ed integrato dal D.P.R. 18 Ottobre 2004 n. 334;
  • Legge n. 94 del 15 Luglio 2009 e la Circolare del Ministero dell’Interno n° 7170 del 18.11.2009;
  • D.M. 5 Luglio 1975.

Presso l'URP sono disponibili:
- istruzioni per la compilazione
- domanda
- atto notorio (da compilare nel caso di ricongiungimenti)