Certificato del Casellario giudiziale

Ultima modifica 1 gennaio 2021

Il Casellario giudiziale contiene l'insieme dei dati relativi a provvedimenti giudiziari e amministrativi riferiti a soggetti determinati, limitatamente a quelli previsti dall'art. 3 del D.P.R. 14 novembre 2002 n. 313.
L’Ufficio Locale del casellario giudiziale, esistente presso ogni procura della Repubblica, è competente al rilascio dei seguenti certitificati:

  • certificato generale: contiene tutti i provvedimenti del giudice, irrevocabili, in materia penale, civile ed amministrativa (riassume i certificati penale e ciivile)
  • certificato penale: contiene i provvedimenti penali di condanna irrevocabili
  • certificato civile: contiene i provvedimenti relativi alla capacità della persona (interdizione giudiziale, inabilitazione, interdizione legale), i provvedimenti relativi ai fallimenti (i provvedimenti giudiziari che dichiarano fallito l'imprenditore; quelli di omologazione del concordato fallimentare; quelli di chiusura del fallimento; quelli di riabilitazione del fallito), i provvedimenti riguardanti la perdita o la revoca della cittadinanza
  • certificato richiesto dalle amministrazioni pubbliche e dai gestori di pubblici servizi: coincide con il certificato generale/penale/civile richiesto dall'interessato

Il certificato può essere pertanto richiesto:

  • dall’interessato
  • dalle pubbliche amministrazioni o dai gestori di pubblici servizi, quando il certificato è necessario per l’espletamente delle loro funzioni
  • dall’autorità giudiziaria penale che provvede direttamente alla sua acquisizione

Casi particolari:

  • per i minorenni, la domanda può essere presentata dal genitore esercente la potestà genitoriale
  • per gli interdetti la domanda può essere presentata dal tutore che deve esibire il decreto di nomina
  • la persona detenuta o inserita in una comunità terapeutica può inoltrare la richiesta per posta o tramite un delegato

E’ possibile delegare altra persona per presentare la richiesta del certificato o per ritirarlo. La persona delegata dovrà esibire un suo valido documento d’identità e la fotocopia del documento d’identità del richiedente.
Nei casi previsti dall'art. 46 del D.P.R. 28/12/2000 n. 445, il certificato del casellario giudiziario può essere sostituito con dichiarazione sostitutiva di certificazione (c.d. autocertificazione)

Dove posso trovarlo?
Il certificato del casellario giudiziale può essere chiesto in qualunque procura della Repubblica, indipendentemente dal luogo di nascita o di residenza dell’interessato.