In Giappone per i 60 anni della fondazione di Kanramachi

Stampa
Gemellaggio GiapponeIl Comune giapponese di Kanramachi compie 60 anni dalla sua costituzione come ente locale ed alle celebrazioni ufficiali non poteva mancare il Comune di Certaldo, che con il paese nipponico è gemellato dal lontano 1983, ben 36 anni, gemellaggio che attraversa quindi oltre la metà degli anni della loro storia istituzionale.
Per questo il sindaco Giacomo Cucini, l'assessore Jacopo Masini, il consigliere comunale con delega ai gemellaggi Lido Orsi, voleranno tra 1 e 2 novembre alla volta di Kanramachi, per partecipare alle celebrazioni ufficiali e fare rientro a Certaldo tra 5 e 6 novembre. Con loro anche Miyoko Inaba, residente a Certaldo ma che riveste da alcuni anni l'incarico di rappresentante del Comune di Kanramachi a Certaldo per conto del comune giapponese. A Kanramachi saranno accolti dal sindaco Shoici Shigehara, dalle autorità comunali e dalle associazioni locali, ma avranno modo anche di incontrare altre autorità ed istituzioni, come l'Ambasciatore della Repubblica Nicaragua in Giappone - presente in quanto Kanramchi ospiterà la delegazione nicaraguense durante le Olimpiadi di Tokyo 2020 - il Governatore della provincia di Gunma, il Presidente del consiglio provinciale di Gunma, alcuni parlamentari giapponesi, il Sindaco del Comune di Nammoku-mura, il presidente della circoscrizione di Kita-ku a Tokyo, il direttore della pubblica istruzione del Comune di Harbin – comune cinese gemellato con Kanramachi – il Vicepresidente dell'Agenzia di cooperazione internazionale del Giappone ( JICA ).
"Certaldo è onorato del gemellaggio che lo lega dal 1983 con Kanramachi – dice il sindaco Giacomo Cucini – un rapporto nato per favorire gli scambi di delegazioni adulti e giovani, per lo sviluppo e conoscenza culturale, sociale ed economica delle due comunità, per contribuire all'affermazione della pace tra i popoli e la prosperità. Obiettivi che possiamo dire di avere raggiunto in questi anni, come testimoniano le decine di giovani che hanno potuto vedere da vicino la realtà orientale grazie a questo scambio, le aziende che hanno tessuto scambi con il Giappone, le mostre culturali che sono state realizzate. Kanramachi è un luogo dove troviamo ogni volta armonia, pace, prosperità. Saremo presenti per testimoniare questo rapporto e fare i migliori auguri di lunga vita alle loro istituzioni, auspicando che il nostro gemellaggio possa proseguire per coltivare insieme i sentimenti di amicizia, pace e scambio culturale che lo hanno sempre animato".