Logo dell' Ente

Home Comunicati Stampa Il lavoro ed i lavoratori dell'Empolese Valdelsa reinterpretati dagli artisti

Il lavoro ed i lavoratori dell'Empolese Valdelsa reinterpretati dagli artisti

PDF  Stampa  E-mail 
Ci sono sempre paroleIl muratore e il corriere espresso, il consulente finanziario e il metalmeccanico, l'operaia delle confezioni tessili, oggi disoccupata... Sono queste alcune delle professioni e dei lavoratori dell'Empolese Valdelsa che sedici artisti reinterpretano in J.O.B.S. Join Our Blended Stories. Storie di lavoratori in mostra la mostra di arte contemporanea inaugurata nel Palazzo Podestarile di Montelupo Fiorentino (Fi) il 6 ottobre scorso che resterà aperta, ingresso libero, fino al 16 dicembre 2018. E per chi volesse fare una visita guidata, domenica 21 ottobre il curatore della mostra, Andrea Zanetti, farà due visite guidate gratuite alle ore 17.00 ed alle ore 18.00. E' sufficiente prenotarsi scrivendo a info@museiempolesevaldelsa.it
 
J.O.B.S. Join Our Blended Stories è davvero l'occasione per guardare all'Empolese Valdelsa da una prospettiva diversa. La mostra racconta la complessità del mondo del lavoro attraverso un inedito dialogo tra territorio ed arte contemporanea. Ciascuno dei quindici lavoratori coinvolti – grazie alla collaborazione e al contributo di CGIL, CISL e UIL Firenze - ha portato un oggetto per identificare il proprio impiego e raccontato la propria storia all'artista il quale, a sua volta, l'ha reinterpretata con il proprio stile e linguaggio espressivo. Opere di pittura, scultura, videoarte evocano e rileggono le emozioni, le aspettative, le incertezze del mondo del lavoro contemporaneo, in particolar modo di quello a noi più vicino.
 
Una mostra che parla allo spettatore: percorrendo le sale del Palazzo Podestarile si incontrano infatti teche di vetro contenenti ciascuna l'oggetto di un lavoratore - la mestola del muratore, il fischietto del capotreno, il telefono del consulente finanziario, ecc.. - ed il suo racconto, che si può leggere o ascoltare con lo smartphone scansionando il QR code. Vicino ad ogni teca, la relativa opera d'arte. Una mostra collettiva, nel vero senso della parola: le opere nascono dalle parole di un racconto e sfidano la complessità individuale per diventare collettivo e condivisione.
 
L'inaugurazione di J.O.B.S. Join Our Blended Stories. Storie di lavoratori in mostra, a cura di Andrea Zanetti, è stata il primo evento della prima edizione di CI SONO SEMPRE PAROLE. [non] FESTIVAL delle NARRAZIONI POPOLARI (e IMPOPOLARI), il primo Festival 'diffuso' sulle narrazioni che mette al centro le persone e i loro racconti di vita quotidiana. Seguiranno dal 9 all'11 novembre a Capraia e Limite l'evento I racconti dei cittadini con gli abitanti del posto, accompagnati da attori, che racconteranno al pubblico la loro storia in uno scambio conviviale di parole ed emozioni; il 30 novembre 2018, al Centro I Lecci di Montespertoli, Ginevra di Marco presenterà Le narrazioni popolari, un concerto/produzione unica ispirato dai racconti dei cittadini.
 
J.O.B.S. Join Our Blended Stories. Storie di lavoratori in mostra è visitabile, ad ingresso gratuito, tutti i giorni fino al 16 dicembre 2018 (tranne il lunedì, giorno di chiusura) dalle ore 10 alle ore 19: il sabato e domenica recandosi direttamente al Palazzo Podestarile, da martedì a venerdì invece su richiesta presentandosi alla biglietteria del Museo della Ceramica (Piazza Vittorio Veneto, 10 – Montelupo F.no).
Ultimo aggiornamento ( Lunedì 12 Novembre 2018 09:00 )
 
fine