Logo dell' Ente

Notice
Home Comunicati Stampa Un "Amico Museo" da scoprire in Certaldo Alto

Un "Amico Museo" da scoprire in Certaldo Alto

PDF  Stampa  E-mail 
Palazzo Pretorio - icona webTre sabati alla scoperta dei beni culturali anche con aperture in notturna. Un'occasione per scoprire o riscoprire la Casa di Boccaccio e Palazzo Pretorio.
Ingresso libero per tutti
Aperture in notturna e il consueto calendario di mostre di rilevante interesse culturale. Queste le iniziative in programma per Amico Museo 2016, l'iniziativa promossa dalla Regione Toscana cui aderisce anche il Comune di Certaldo, con l'obiettivo di far fruire il patrimonio culturale ai turisti come alla comunità locale, con orari e proposte diverse dal solito, al fine di appagare la curiosità del visitatore, seguendo lo slogan scelto per questo 2016 dalla Regione Toscana che è "Ci sono amici che ti parlano della tua terra come mai avresti creduto: sono i musei della Toscana".
 
Sabato 14 Maggio, in orario 9.30 – 13.30 / 14.30 – 19.00: Un museo senza barriere. Iniziativa volta a far visitare Palazzo Pretorio ad un pubblico diversamente abile.
 
Sabato 21 Maggio, orario 21.00 – 23.00: Museo sotto le stelle, nell'ambito dell'iniziativa "La notte dei musei", apertura in notturna di Palazzo Pretorio e Casa Boccaccio
 
Sabato 4 Giugno, orario 19.00 – 21.00. Metti una sera a Casa Bocaccio. Nell'ambito dell'iniziativa "Case della Memoria", visita di Casa Boccaccio e possibilità di ammirare il panorama dalla torre
 
Tutte le iniziative sono ad ingresso gratuito.
Info e programma completo delle iniziative su: www.regione.toscana.it/amicomuseo
 
Si ricorda inoltre che negli spazi museli si trovanp attualmente le seguenti mostre d'arte: in Palazzo Pretorio fino al 19 giugno la personale dell'artista Luca Macchi "Immagine del mito", a cura di Andrea Mancini, catalogo con testi di Giuliano Scabia. Nelle sale del Palazzo Pretorio di Certaldo, una mostra che offre l'occasione per conoscere il lavoro dell'artista Luca Macchi, la cui ricerca è caratterizzata da una profonda vena lirica. Una ricerca personale, un viaggio spirituale orientato alla sacralità e che sfocia nel mito.
 
Nella Casa di Giovanni Boccaccio prosegue "Omaggio a Giovanni Boccaccio, dieci+1", con le illustrazioni ispirate alle novelle del Decameron realizzate da Werner Klemke, oltre 100 xilografie su carta realizzate per l'illustrazione di una pregiata edizione del Decameron pubblicata da Andersen Nexö in Lipsia negli anni 1972-73. E nella biblioteca, per tutto il mese di maggio, in occasione di "Maggio dei libri", sono esposte a cura dell'Ente Nazionale Giovanni Boccaccio alcune pubblicazioni, conservate nella biblioteca specialistica, che testimoniano l'interesse di William Shakespeare – del quale quest'anno ricorre il quarto anniversario della morte – per l'opera di Giovanni Boccaccio, alla quale il poeta inglese si ispirò per alcuni dei suoi lavori.
 
 
fine