Logo dell' Ente

Notice
Home Comunicati Stampa I sindaci uniti per esprimere vicinanza al popolo francese

I sindaci uniti per esprimere vicinanza al popolo francese

PDF  Stampa  E-mail 

Dall’Empolese Valdelsa arriva un unico indignato e addolorato abbraccio solidale a Parigi, al popolo francese e a tutta la Francia, colpiti dagli attentati terroristici di venerdì 13 novembre. 

 

Il sindaco di Empoli Brenda Barnini, presidente dell’Unione dei Comuni, e tutti i colleghi degli altri dieci comuni, invitano tutti i cittadini, i vari rappresentanti istituzionali, a un presidio commemorativo delle vittime e di vicinanza alla Francia alle 18 di stasera, in via del Papa, davanti al Municipio di Empoli.

«Siamo vicini alla popolazione francese, questi attentati non sono solo contro Parigi ma contro tutta Europa e l’umanità intera. Il sangue versato ieri in Francia colpisce trasversalmente le coscienze di tutti. Per questo crediamo giusto manifestare insieme a tutti i cittadini di ogni età e di ogni linea politica. Tristezza e solidarietà, sono i sentimenti che affiorano in questo momento dentro di noi nei confronti delle vittime e del popolo francese. L’orrenda carneficina è stata perpetrata nella capitale Europea per eccellenza, Parigi, e per questo ci sentiamo feriti anche qui nell’Empolese Valdelsa».

«Questi sono momenti di ansia e di preoccupazione – proseguono all’unisono gli 11 sindaci dell’Empolese Valdelsa – di fronte ai quali occorre rafforzare la coscienza delle nostre libertà e dei nostri diritti: beni preziosi e indisponibili, per conquistare i quali l'Europa ha attraversato due guerre mondiali. Oggi ci stringiamo a fianco delle famiglie delle vittime e di tutta la Nazione di Francia, e ribadiamo l'inflessibile volontà di non cedere, mai, all'aggressione di un terrorismo ammantato di ideologia religiosa».

PRESIDIO al CONSOLATO FRANCESE - L’Unione dei Comuni Empolese Valdelsa già questa mattina era rappresentata a Firenze, davanti al Consolato di Francia, nella centrale Piazza Ognissanti, dove si è svolto un presidio per testimoniare la vicinanza con la popolazione francese dopo gli attacchi nella Capitale. Il vice sindaco di Empoli Franco Mori, il sindaco di Montelupo Fiorentino Paolo Masetti, l’assessore di Montespertoli Alessio Mugnaini, insieme al sindaco di Firenze Dario Nardella, sono stati accanto alla console Isabelle Mallez durante il minuto di silenzio che è stato seguito da un lungo applauso.

 
 
 
fine