Logo dell' Ente

Notice
Home Comunicati Stampa Giochi e Medioevo: Certaldo si inventa la “Disfida dei rioni”

Giochi e Medioevo: Certaldo si inventa la “Disfida dei rioni”

PDF  Stampa  E-mail 
 
Ormai è ufficiale, anche Certaldo avrà la sua manifestazione popolare strutturata per contrade, la “Disfida dei rioni” (nome ancora provvisorio), un gioco tra rioni che coinvolgerà tutto il paese, centro e frazioni, in una serie di prove di ispirazione medievale, con l‘obiettivo, tra una sfida e l'altra, di raggiungere il vero scopo del torneo: socializzare, divertirsi, riscoprire il proprio attaccamento alla Certaldo di oggi e di ieri.

Il prossimo 20 settembre è la data, ufficializzata ieri, durante l'incontro pubblico di presentazione tenutosi al Centro I Macelli, per la prima “Disfida dei rioni di Certaldo”, una manifestazione ideata dall’associazione culturale Elitropia, in collaborazione con il Comune di Certaldo, sotto la direzione artistica di Riccardo Diana, già regista del corteo storico, che rappresenterà la vera e grande novità della stagione estiva.


Sei i rioni nei quali Certaldo verrà suddivise, che si confronteranno in una giornata dedicata alla riscoperta dei giochi medievali. Sarà una grande festa per Certaldo. Un corteo – formato da personaggi in costume medievale, sbandieratori e tamburini – si muoverà da Certaldo Alto, sfilerà per le vie del borgo antico fino a scendere nel punto di arrivo in piazza Boccaccio dove si disputeranno i giochi. Ogni rione sarà riconoscibile per i suoi colori  e per il riferimento alla propria “carta” di appartenenza (il gioco dei tarocchi sarà infatti sfondo e base per gli altri giochi). I giochi saranno sia di forza che di abilità, per consentire a tutti di partecipare. Il rione che si aggiudicherà il maggior numero di giochi riceverà in premio un gonfalone ispirato alla carta del Mondo, dipinto per l’occasione.


“Siamo convinti che il “fare” insieme sia una delle vie migliori per costruire una cittadinanza unita e armonica, per questo – spiega la presidente di Elitropia, Grazia Palmieri – speriamo che il Palio sia l'occasione per rivitalizzare ed incentivare la collaborazione tra tutte le associazioni del territorio certaldese, L’entusiasmo c'è e stiamo avendo già una risposta importante soprattutto dai giovani”.


“Per questa prima edizione del palio dei Rioni – aggiunge il direttore artistico Riccardo Diana – ci siamo ispirati al gioco dei tarocchi, che raccoglie una tradizione molto antica e farà da sottofondo alla manifestazione, ma per il momento non possiamo svelare di più. Stiamo lavorando duramente perché la manifestazione risulti il più attrattiva possibile, con una serie di appuntamenti di avvicinamento per presentare l’iniziativa alla cittadinanza, che comunque potrà informarsi contattando direttamente l’associazione Elitropia. Puntiamo a creare un evento che duri nel tempo, non si tratta solo di un esperimento”.


“Crediamo che questo evento avrà una sua originalità e permetterà di divertirsi e socializzare – ha detto il sindaco Giacomo Cucini – queste iniziative possono riuscire a raffprzare il senso di appartenenza ala propria terra, per questo l’amministrazione la ha accolta con entusiasmo e collaborerà perché l'evento sia un vero e proprio successo. E' bello vedere l'entusiasmo che sta nascendo intorno a questo appuntamento, sarà un'occasione importante di socializzazione ma anche un evento culturale che ci permetterà di riscoprire antiche tradizioni e vecchi saperi”.


Per informazioni si può contattare direttamente l’Associazione Elitropia. Il prossimo 1 luglio, al Centro I Macelli, la riunione organizzativa aperta a tutta la cittadinanza.

Ultimo aggiornamento ( Martedì 25 Agosto 2015 11:42 )
 
fine