Logo dell' Ente

Italian Chinese (Simplified) English French German Spanish
Homepage

IL CONSIGLIO COMUNALE

Premesso che il Decreto Legislativo 03 aprile 2006 n. 152 “Norme in materia ambientale” ha abrogato e sostituito il precedente Decreto Legislativo 11/05/1999, n.152 in materia di tutela delle acque dall’inquinamento;

Tenuto conto che in conseguenza risulta abrogata anche la normativa regionale disciplinante la materia degli scarichi ed in particolare la Legge Regionale 21 dicembre 2001 n°64 “Norme sullo scarico di acque reflue e ulteriori modifiche alla L.R. 1 dicembre 1998 n°88” ed il Regolamento Regionale di attuazione approvato con Decreto del Presidente della Giunta Regionale 23 maggio 2003 n°28/R;

Vista la Legge Regionale 31 maggio 2006 n. 20 “Norme per la tutela delle acque dall’inquinamento”, che ha sostituito la L.R. 64/2001, e che all’art. 4 prevede che i Comuni possono disciplinare, con proprio regolamento, il rilascio delle autorizzazioni allo scarico di acque reflue domestiche che non recapitano in pubblica fognatura, le procedure per la regolarizzazione amministrativa degli scarichi esistenti, le autorizzazioni allo scarico di acque meteoriche di prima pioggia (AMPP), da insediamenti o da stabilimenti che svolgano le attività di cui all’art.2, comma 1, lettera e), nella condotta bianca delle fognature separate;

Visto il Decreto del Presidente della Giunta Regionale 8 settembre 2008 n. 46/R “Regolamento di attuazione della legge regionale 31/05/2006 n. 20 “Norme per la tutela delle acque dall’inquinamento” adottato ai sensi dell’art. 13 della medesima L.R. 20/06, entrato in vigore dal 16/03/2009;

Richiamato altresì l’art. 55 del medesimo Regolamento regionale 46/R/2008 “Norma transitoria in materia di scarichi di acque reflue domestiche ed urbane”;

Ravvisata la necessità di adeguarsi alle nuove disposizioni normative sopra richiamate;

Vista la proposta di “Regolamento Comunale degli scarichi di acque reflue domestiche ed assimilate in aree non servite dalla pubblica fognatura” allegata al presente atto a formarne parte integrante e sostanziale, costituito da n. 16 articoli e dall’Allegato A;

Dato atto che alla stesura della proposta di Regolamento hanno partecipato gli Uffici Ambiente dei Comuni del Circondario con il supporto, per alcuni aspetti, dell’ARPAT Servizio sub-provinciale Empoli-Valdelsa e della AUSL 11;

Tenuto conto che la proposta di Regolamento comunale deriva dal lavoro di ottimizzazione e adeguamento alla situazione del Comune di Certaldo applicato ai documenti prodotti dal gruppo di lavoro di cui sopra;

Visti i pareri favorevoli espressi dall’AUSL 11 di Empoli U.O.C. Igiene e Sanità Pubblica del 14/12/2010 prot. 55336 (ns. prot. 23490 del 17/12/2010) e dall’ARPAT Servizio sub-provinciale Empoli-Valdesa del 13/12/2010 prot.90014 (ns. prot. 23142 del 14/12/2010), ai sensi della L.R. n. 16/2000;

Ritenuto necessario approvare la proposta di Regolamento allegata, nella quale sono state inserite le integrazioni richieste da AUSL11 e da ARPAT, che risulta conforme alle leggi nazionali e regionali vigenti;

Ritenuto opportuno abrogare il precedente Regolamento comunale approvato con Delibera n.35 del Consiglio Comunale del 28/04/2004;

Dato atto che la nuova modulistica per la presentazione delle domande di autorizzazione allo scarico verrà approvata con determinazione dirigenziale;

Dato atto che il presente provvedimento non comporta impegno di spesa o diminuzione di entrata e che pertanto non necessita di regolarità contabile ai sensi dell’art. 49 comma 1) del D.Lgs. 267/2000;

Ai sensi dell’art.42 comma 2 lettera a) del D.Lgs.267/2000 e successive modifiche ed integrazioni;

DELIBERA

               1) di approvare, per le ragioni espresse in narrativa, il “Regolamento comunale degli scarichi di acque reflue domestiche in aree non servite dalla pubblica fognatura”, composto da 16 (sedici) articoli e dall’ALLEGATO “A”, allegato al presente atto per formarne parte integrante e sostanziale;

               2) di abrogare il Regolamento comunale riguardante la stessa materia, approvato con delibera n. 35 del Consiglio Comunale del 28/04/2004;

               3) Di trasmettere copia del presente atto ad ARPAT Servizio Sub-Provinciale Empoli-Valdelsa, all’Azienda USL11 di Empoli, all’AATO 2 Basso Valdarno, al Circondario Empolese Valdelsa, alla Regione Toscana – Direzione Generale Politiche Ambientali e Territoriali;

               4) Di dare mandato ai competenti uffici comunali (Ambiente, Edil.Priv. LL.PP., SUAP, URP, PM), ai quali il Regolamento sarà trasmesso, di informare adeguatamente la cittadinanza in merito alla nuova disciplina."

Allegati:
Scarica questo file (20111121105629.pdf)ua-dasd[domanda autorizzazione scarico domestico]16 Kb
Scarica questo file (20111121105500.pdf)ua-rsdff[regolamento scarichi domestici fuori fognatura]115 Kb
Ultimo aggiornamento ( Venerdì 30 Agosto 2013 10:50 )
 
fine