Logo dell' Ente

Notice
Home Archivio notizie Il grande Stefano Bollani sul palco del Boccaccio

Il grande Stefano Bollani sul palco del Boccaccio

PDF  Stampa  E-mail 
Bollani - Cenni - La Regina Dada - foto di Azzurra Primavera - 2 - web"La regina Dada". Il potere della musica, oltre ogni convenzione. Stefano Bollani e Valentina Cenni in scena al Multisala Teatro Boccaccio. Martedì 22 marzo, per la prima volta in scena in Toscana.
 
Sono aperte le prevendite per il nuovo spettacolo teatrale della stagione 2015/2016 del Multisala Teatro Boccaccio, "La regina Dada", scritto e interpretato da Valentina Cenni e Stefano Bollani, con musiche di Stefano Bollani, spettacolo che va in scena per la prima volta in un teatro toscano martedì 22 marzo, alle ore 21, al Multisala Teatro Boccaccio di Certaldo.
 
"La regina Dada", una di produzione Stefano Bollani, Pierfrancesco Pisani, ErreTiTeatro30, in collaborazione con Infinito srl, inizia la sua tournèe nazionale proprio in questi giorni, venerdì 11 marzo al Teatro Comunale di Cagli (PS), e dopo alcune tappe in giro per l'Italia approderà per la prima volta in Toscana martedì 22 marzo, al Multisala Teatro Boccaccio, e sarà poi domenica 17 aprile al Teatro Poliziano di Montepulciano (SI).
 
Stefano Bollani, pianista jazz, e Valentina Cenni, attrice e danzatrice, sono autori ed interpreti di questo spettacolo in cui la drammaturgia si fonde con la musica, per provare a esplorare i territori della creatività, sfuggendo al senso comune e alle rigide convenzioni umane, al di fuori della spirale del tempo. "È la storia di due persone che tentano di trovare un modo di comunicare – spiega Bollani - e lo fanno attraverso al musica. Vorrebbero fare a meno delle parole". Insieme sul palco racconteranno l'inedito percorso di una regina. La regina Dada abdica e fugge nella notte e si rifugia dal suo maestro di musica, per cercare la verità oltre il ruolo impostole in una vita predeterminata. Rinunciando alle parole tenta di capire qual è il vero potere dell'essere umano, finalmente libero dalla manipolazione di un destino già scritto. Simbolo del rifiuto di ogni definizione che possa ingabbiare e limitare lo spirito creativo, mette in dubbio la certezza di tutte le convenzioni, indicando nella rinuncia al suo ruolo l'unica strada autentica per trovare se stessa.
 
Sin da quando sono nato, penso alla morte.
Poi cresco e continuo a temerla.
Ne parlo continuamente, passo il tempo ad averne paura e a cercare di evitarla.
Ci penso così tanto, alla morte, ma così tanto che alla fine mi convinco davvero che devo morire... e finisce che muoio.
Una liberazione.
Ora, un popolo fatto di gente così rischia l'estinzione... sopravviviamo grazie agli eretici, gente che la pensa diversamente. Raramente gli eretici hanno visto delle regine schierate con loro. Ancor più raramente, si sono viste regine d'impronta dadaista.
In un solo caso, poi, si è avuta una regina insieme eretica e dadaista. E che ha come compagno di viaggio uno che usa la musica come un bruco userebbe un fungo per ripararsi dalla pioggia.
Lavarsi i denti è comunque un buon inizio di giornata. Su questo son d'accordo tutti, maggioranze e minoranze. Quindi la regina Dada si lava i denti.
E questo getta un'ombra sulla sua coerenza.
 
VALENTINA CENNI, danzatrice, ha studiato a lungo danza classica/contemporanea e si è diplomata alla Royal Academy of Dancing di Londra e all' Accademia nazionale d'Arte Drammatica Silvio D' Amico. Ha frequentato laboratori di grandi registi come Carmelo Rifici, Luca Ronconi, Massimiliano Civica, ha recitato in teatro a fianco di attori come Gianluca Guidi, Alessandro Preziosi, Luigi Lo Cascio, e al cinema con Sergio Castellitto, è stata diretta da registi come Fausto Paravidino, Cristina Pezzoli. Da una decina d' anni inventa e porta in scena anche spettacoli di danza col fuoco.
 
STEFANO BOLLANI, artista che non ha bisogno di presentazioni, vive la musica come enorme gioco da re-inventare in continuazione, da solo o con i compari più diversi, sale sul palco per imparare ogni sera qualcosa e "perché è più conveniente che pagare uno psicanalista". Ha suonato tra gli altri con Enrico Rava, Richard Galliano, Bill Frisell, Paul Motian, Chick Corea, e si è insinuato all'interno di orchestre sinfoniche come la Gewandhaus di Leipzig, la Scala di Milano e l'Orchestre National de Paris facendosi prendere per mano da direttori come Riccardo Chailly, Krjstian Jarvi, Daniel Harding. Tante le sue tante collaborazioni artistiche, quella con David Riondino (col quale ha creato il Dottor Djembè), e poi con Caetano Veloso, Fabio Concato, Irene Grandi, Elio e le Storie Tese e altri ancora. Insieme al bassista Jesper Bodilsen e al batterista Morten Lund, da 12 anni, cerca il modo di far vivere al pubblico lo stesso divertimento che provano loro ogni qual volta le voci dei loro strumenti si uniscono. Quando non suona, scrive libri o inventa spettacoli teatrali come Primo Piano, con la Banda Osiris, o La regina dada, scritto e interpretato insieme a Valentina Cenni, che oltre a essere una meravigliosa attrice è la donna che vive al suo fianco.
 
INFO
 
Teatro Multisala Boccaccio
martedì 22 marzo 2016, ore 21.00
LA REGINA DADA
spettacolo di e con Valentina Cenni e Stefano Bollani
musiche di Stefano Bollani
Ingresso (intero) euro 22, ridotto Soci Coop e ChiantiMutua euro 20, ridotto under 35 e over 65 euro 18, ridotto studenti delle scuole di Certaldo, Colle Val d'Elsa, Poggibonsi euro 12,00. Diritto di prevendita euro 2
 
Per maggiori informazioni: www.multisalaboccaccio.it
tel. 0571 664778
 
Allegati:
Scarica questo file (Bollani - Cenni - La Regina Dada - MANIFESTO - foto di Azzurra Primavera.jpg)LA REGINA DADA[manifesto ufficiale]367 Kb
Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 30 Marzo 2016 15:11 )
 
fine