Logo dell' Ente

Notice
Home Archivio notizie Tanti i talenti locali al festival Mercantia

Tanti i talenti locali al festival Mercantia

PDF  Stampa  E-mail 
Mercantia webPer la 26esima edizione di Mercantia, festival italiano del teatro di strada, in scena a Certaldo dal 17 al 21 luglio, salgono sul "palco" non solo nomi famosi a livello nazionale, ma anche alcuni talenti locali che negli anni, grazie anche a Mercantia, sono passati dal dilettantismo al semiprofessionismo e che proprio sulle strade di Certaldo sperimenteranno nuovi suoni e nuove performance, sempre coinvolgendo il pubblico. Dopo aver fatto ballare molte piazze sia in Italia che all'estero con spettacoli di successo come "Bandita" o "Wanna gonna show", con una media di oltre 100 performance all'anno, ritorna la Badabimbumband capitanata dall'empolese Sandro Tani (Cam) che lasciato l'irriverente kilt cordinato di bretelle bianche e cappello alla blues brothers, si cimenta in un'intrepido sound che si muove con disinvoltura tra note rock e canti gregoriani, tra il Medioevo e l'elettrofunk, nella "Opus Band". Un titolo significativo, che racchiude un lavoro preciso e approfondito all'interno del vasto campo musicale che passa per il sacro e approda al profano, rivelando la versatilità di questa sorprendente street band che gioca ed esperimenta fino al limite con capacità, senza risultare mai scontata. Ma anche l'occhio vuole la sua parte e questo la Badabimbumband lo sa benissimo. Entusiasti, scatenati e talvolta folli, la loro ironia nelle coreografie è così coinvolgente ed irresistibile da trascinare nella mischia anche i più ritrosi a ballare. Più giovane ma altrettanto promettente la formazione delle Alchimie Musicali, diretta dalla violinista Elena Rocchini, una marchin' band di archi che si distingue non solo per l'originalità del repertorio ma soprattutto coniuga le caratteristiche di un gruppo da camera di archi ad un colorato mix sonorità che le rende uniche e ineguagliabili. Sono tutte made in Certaldo invece le Melodie irlandesi, scozzesi e bretoni suonate dai Jig Rig con il loro "The devil and the holy water" conducono in un mitico viaggio tra vecchi pub da bevitori di whisky, in strade affollate di ladri, pescivendoli, mogli arrabbiate e scazzottate. Un gruppo che partito da Polis ha fatto decine di date in Italia e all'estero. Per quanto riguarda il teatro di strada, la compagnia del Drago Nero che ha accompagnato fin dai primi passi il festival di Mercantia, per tutta la durata del festival "infiammerà" via Boccaccio con lo spettacolo "La Grande Madre" che con giochi funambolici parla di donne-valchirie libere dalle loro catene che si protendono verso una notte oscura e nuova. L'ingresso a Mercantia varia da 10 a 20 euro a seconda del giorno. Per entrare "in contatto" con Mercantia, su Facebook facebook.com/Mercantia su Twitter twitter.com/Mercantia . Programma completo e info www.mercantiacertaldo.it.
 
fine