Logo dell' Ente

Notice
Home Archivio notizie Dove etica e bellezza si incontrano

Dove etica e bellezza si incontrano

PDF  Stampa  E-mail 
PaoloBenvenuti ridVenerdì 11 gennaio, ore 21.00, presso il centro I Macelli si darà il via alla rassegna cinematografica dedicata al regista toscano Paolo Benvenuti con un film del 1988 che ha segnato il suo esordio, "Il bacio di Giuda". All'appuntamento e a quelli successivi sarà presente il regista. Tratto dai 4 Vangeli canonici e dai 7 Vangeli apocrifi, il lungometraggio filma gli ultimi giorni di vita del Messia ma focalizzandosi sulla figura ambigua di Giuda e sul suo tradimento come fatto indispensabile e scatenante della missione di Cristo e della salvezza umana. La regia del giovane Benvenuti è rigorosa, essenziale, a tratti decisamente astratta. Gli attori, non professionisti, contribuiscono alla resa di una dimensione mitica del racconto.
Paolo Benvenuti è nato a Pisa nel 1946. Già aiuto regista di Roberto Rossellini per L'età di Cosimo e di Jean-Marie Straub per Mosé e Aronne, è un cineasta fra i più attivi sul piano di una ricerca storica attendibile, basata su di un utilizzo scientifico dei testi e dei documenti storici. Fedele all'assunto «che non si possa guardare al passato con gli occhi del presente» e al precetto rosselliniano di cinema come pratica morale, indaga con rigore i risvolti del Potere, immergendosi in una iconografia potente e colta, che spazia dalla pittura di Masaccio e Giotto (Il bacio di Giuda), a quella dei fiamminghi post-caravaggeschi (Confortorio) o di Angelo Bronzino (Gostanza da Libbiano). Ma il suo cinema è improntato anche sull'immaginario maremmano di fine '800 e sulla pittura dei Macchiaioli, sulla fotografia dei Fratelli Alinari e sui tableaux dei cantastorie popolari (Tiburzi). E poi l'Italia degli anni '40-50 del '900 che coerentemente utilizza il cinema di Hitchcock, Welles, John Ford e altri autori come referente chiamato a "ricostruire" un'ambientazione (Segreti di Stato).
Il ciclo, composto complessivamente da sei proiezioni, proseguirà ogni venerdì fino al 15 di febbraio con una serie di pellicole che hanno lo scopo di rifondare lo sguardo cinematografico e critico dello spettatore, troppo spesso accerchiato da una pratica televisiva omologante e banalizzante, anche quando si fa denuncia: 18 gennaio "Confortorio", 1992; 25 gennaio "Tiburzi", 1996; 1 febbraio "Gostanza da Libbiano", 2000; 8 febbraio "Segreti di Stato", 2003; 15 febbraio "Puccini e la fanciulla", 2008.
Info: Associazione Polis, Tel. 0571 663580 – Tommaso Capecchi, Tel 320 4060663 Mail capecchitommaso@gmail.com
Ingresso 5 euro
Allegati:
Scarica questo file (009 - I Macelli - Proiezioni Benvenuti.pdf)009 - I Macelli - Proiezioni Benvenuti[comunicato stampa integrale]83 Kb
 
fine