Logo dell' Ente

Notice
Home Archivio notizie Amarcord Mercantia: 25 anni passati, 25 giorni al via

Amarcord Mercantia: 25 anni passati, 25 giorni al via

PDF  Stampa  E-mail 
Mercantia manifesto 1988Sabato 16 giugno mancavano 25 giorni al via per la XXV edizione di Mercantia, in programma a Certaldo dal 11 al 15 luglio, con alcune conferme, tanti gruppi nuovi e alcune innovazioni strutturali. La data è stata l'occasione per un Amarcord con Alessandro Gigli, direttore artistico. In contemporanea il sito gonews.it ha lanciato un'originale iniziativa: pubblicare 25 articolo sui 25 anni di Mercantia, uno per ogni anno del Festival, a partire dal 1988.

"La prima edizione si svolse dal 26 al 30 luglio 1988 in un clima molto diverso da quello di oggi che ricordo come fosse avvenuto ieri – racconta Gigli, direttore artistico fin dalla prima edizione – erano solo 10 le compagnie teatrali, anzi, a dire la verità 9, perchè il Laborattorio Teatrale di Certaldo si era esibito giorni prima, in una sorta di "anteprima" del Festival. Mercantia si chiamava "teatralfestamercatomedievale", un sottotitolo che l'avrebbe accompagnata per diversi anni, e l'immagine che la identificava, ideata da Fabio Calvetti, era proprio quella di un mercato medievale stilizzato. Il Palazzo Pretorio, illuminato dalla luna, e ai suoi piedi un uomo e una donna stilizzati che si scambiavano una merce".

In scena Massimo J. Monaco, Salvatore Gatto, Teatrombria, Teatro Stabile Ragazzi, CircoCirc, Teatro in piedi, Marzio Zoffoli, Lucia Osellieri (all'epoca braccio destro di Gigli), Teatro de Lacodadellocchio.

"SI saliva dalla Costa Vecchia con la Pro Loco, con la via degli odori, si dovevano indovinare odori misteriosi e si vinceva un premio. Ogni sera inoltre io e Massimo Monaco, con l'Organetto di Barberia, inauguravamo la mabnifestazione alle 21.30 quando iniziavano gli spettacoli, di fronte a Palazzo Stiozzi Ridolfi, allora Palazzo Dei Peverelli e chiuso al pubblico perchè ancora abitato da quei nobili fiorentini. Si suonava, in modo scaramantico, la canzone di Mecky Messer, dall'Opera da tre soldi di Bertlot Brecht, e sotto Palazzo Pretorio splendeva l'argento inglese dell'artigiano Mario Fancelli, perchè l'artigianato era gestito dall'Associazione Oltrarno di Firenze".

E oggi la festa com'è? Ha tradito il suo spirito o no? Era meglio allora o è meglio adesso? "E' una festa diversissima ed è ancora la stessa – chiosa Gigli concludendo – Mercantia era originale ed unica allora per il panorama delle feste popolari, ed ha saputo farela storia del teatro di strada. Quella di oggi è e rimane unica rispetto al panorama nazionale. Il pubblico era e rimane protagonista, gli artisti non vengono solo per il cachet ma anche per essere parte dell'anima della festa. Queste sono cose uniche, che gli artisti, il pubblico ed i certaldesi sanno. Mercantia prosegue per questo, perchè è viva, inconfodibile ma in perenne mutamento".

Ulteriori informazioni e il programma in progress su www.mercantiacertaldo.it
Allegati:
Scarica questo file (MERCANTIA 2012 - 25 giorni - 25 anni.pdf)150 - CS - Mercantia[comunicato stampa integrale]196 Kb
Ultimo aggiornamento ( Lunedì 18 Giugno 2012 10:42 )
 
fine